Il viaggio

Poesie / pagine / € 10,00
Libro curato da OTMA2 Edizioni.

Prefazione


“Visito quell’altrove dove il silenzio si spoglia di inutile tristezza e ricompone l’allegria del vivere”.
Con questa immagine, molto fascinosa, Rosa Rampulla mette a fuoco il suo itinerario di donna e di poetessa, assai bene esplicitato nella sua silloge poetica che porta il titolo che definirei emblematico de “Il viaggio”. Comunica la sua voglia di scoprire ogni segreto della vita, il suo costante indagare dentro di sé.
Leggendo le sue poesie si entra pian piano nel cuore, nel profondo di questa donna e lo si fa in silenzio, in punta di piedi, quasi, per non guastare la bellezza che si srotola pacatamente in ogni verso e in tutte le pagine che compongono questa raccolta.
Si incontra, poesia dopo poesia, una grande ricerca interiore, con la quale ci si sente quasi costretti a fare i conti e che si è stimolati a iniziare a fare anche per se stessi: a volte si avverte il dolore che pure entra sovente e prepotentemente nella vita di ognuno, poi ci si imbatte nella gioia,  in una forte stigmatizzazione del suo essere figlia e poi madre e compagna e amica. E tutto questo  sempre senza facili ricadute retoriche.
Rosa si presenta ai lettori come una poetessa in grado di creare immagini molto suggestive e cariche di significati profondi.
“Guardami – dice in  una sua lirica – come fosse la prima volta che vedi un tramonto, con quello sguardo che mi sfama di vita.”
Sono parole forti, ma tenere al tempo stesso, dalle quali traspare  una lieve magia che a tratti sbuca prepotentemente dalle pagine, portando chi legge a desiderare di andare avanti e di esplorare fino in fondo l’animo dell’autrice. Animo che si rivela via via assai sensibile, appartenente a un essere umano con tanta voglia di amare, di ricordare, anche con toni a tratti forti e intensi.

Chi di noi non si è chiesto talvolta cosa  fare o dire quando sente il cuore traboccante di volti amati e di parole? Non è da tutti riuscire a fermare sulla pagina bianca il proprio intimo più profondo, ma la nostra autrice lo fa e lo fa con completezza, capace di usare parole e immagini assai poetiche e belle da leggere e da fare proprie.

E spesso, quindi, in questo suo poetare limpido e adornato di storie intense e all’apparenza del tutto vissute, mai immaginarie, Rosa Rampulla pare evocare le metafore del grande Pablo Neruda, capace come ella si rivela di reinterpretare immagini, attraverso una scrittura puntuale, pungente.
Il lettore si sente, passatemi il termine, quasi trafitto dalla scelta accurata delle parole, dai ritmi che vengono dati allo scorrere delle righe e  dalla continua ricerca del significato profondo, che via via scaturisce da ciascuna pagina, di ogni sua giornata, ogni suo amore, di qualunque genere esso sia, dei suoi sogni e della realtà che la circonda.
Si finisce di leggere una poesia e si pensa di avere capito come dare un senso a esperienze, sentimenti, alle prove che la vita ci mette di fronte ogni giorno, poi se ne legge un’altra ed ecco che pare che l’ordine delle cose sia improvvisamente cambiato, scombinato.
Ciò denota la grande bravura dell’autrice, che ben ci sa condurre per mano attraverso i suoi labirinti del cuore e dell’animo, che diventano a poco a poco anche i nostri, che sa come farci rimbalzare di volta in volta in un mondo nuovo, con sfumature  differenti, ma che poi divengono comuni.
Spesso il vento dell’esistenza umana soffia lontano le verità, cancella i sogni e noi vorremmo sempre poterne ritrovare le tracce a ogni angolo del nostro percorso.
Rosa Rampulla, onde evitare che ogni cosa venga spazzata via, sembra voler comporre un diario, un diario di esperienze vissute da tanti, non solo da lei.

E ci riesce assai bene, riportando alla luce bagliori di tempi che ciascuno di noi ha percorso, dando un nome a  esperienze  che segnano la strada di ogni donna e di ogni uomo: spesso è una danza di luci e di ombre che si alternano nella mente e l’autrice ha la capacità di  accompagnarci alla scoperta di ognuna di esse, sa bene come farci imparare a usare gli occhi del cuore, così che nascano dal nostro profondo immagini e parole che possano riempirci la vita.

Ci troviamo, leggendo questo libro, di fronte a pagine intense, coinvolgenti, a una felice costruzione di  momenti in cui si mescolano amore, talvolta desiderio di leggerezza, mentre talaltra di profondità di pensiero e tutto ciò va a formare uno scorrere di immagini chiare e pulite, che si fanno leggere e comprendere senza troppa difficoltà.

Il tempo corre via veloce, segna il nostro vivere e spesso  ci accade di voler eludere la quotidianità: le poesie di Rosa Rampulla ci danno la possibilità sì di evadere, ma anche di pensare, di riflettere sullo spessore della vita e di rifuggire dalle banalità e dalle ripetizioni.
Entriamo con lei in un turbinio di esperienze, di concretezza e di verità, dando a ogni cosa il giusto valore, rialzandoci dalle cadute con grande forza e con la gioia che il vivere ci deve dare.
Sempre e nonostante tutto.

Lucia Ferrante



Info e ordini telefonici Tel. 02312190

Potrebbero piacerti anche...

Poesie / 68 pagine / € 10,00
OTMA Ed. 2012 - ISBN 978-88-6663-021-0. . . "GOCCE" : frammenti di una passeggiata umana popolata da fantasmi d'amore. ...
Altri / 152 pagine / € 12,00
OTMA Ed 2010...
Poesie / 152 pagine / € 12,00
OTMA Ed. 2014 - ISBN - 978-88-6663-078-4 . . . Scrivere la prefazione per questo libro è una delle cose più difficili che mi sia capitato di fare. La difficoltà non sorge per l'inca......
Altri / 96 pagine / € 10,00
Perché scrivo commedie Prima di tutto sono una persona altruista, quindi ho pensato di fare divertire gli altri, perché in questo mondo hanno bisogno di fantasia costruttiva e non di egoism......